Tutti gli articoli di Michael Magagnoli

TRISSINO – POVOLARO – CAMISANO by Marco Brusaterra

DSF

TRISSINO?

Siamo riusciti a imporre il nostro ritmo da subito guadagnando un buo margine sugli avversari, questo purtroppo ci fa rilassare e complice una nostra difesa debole e permissiva e un attacco poco corale, trissino si riavvicina. Nel terzo quarto stringendo le maglie in difesa riusciamo a tenere il canestro inviolato per 6 minuti, e cominciando a cercare il passaggio in più dilatiamo il distacco fino al +24 finale.

POVOLARO?

Povolaro si presenta da noi senza i giocatori più rappresentativi ma i loro giovani ci rendono la vita parecchio difficile. Il nostro attacco risulta macchinoso e poco fluido complice la difesa molto aggressiva, per fortuna le buona giocate di sacca e castello ci permettono di stare avanti e vincere la partita.

INSIDIOSA TRASFERTA A CAMISANO..

Camisano ha un quintetto da categoria superiore ma questo non ci spaventa, li affrontiamo a viso aperto riuscendo fin da subito a trovare buone soluzioni in attacco e a contenere in difesa andando al riposo con 6 punti di vantaggio! Al rientro dagli spogliatoi riusciamo a trovare soluzioni rapide e giocando molto bene di squadra ci portiamo anche sul +20, non regalando niente in difesa conquistiamo altri 2 punti fondamentali in chiave playoff

3 ANNI FA ERAVATE IN FONDO, ORA LOTTATE PER LA PROMOZIONE COS’E’ CAMBIATO?

In primis il lavoro in palestra dove abbiamo capito che allenarsi con intensità fa la differenza, poi l’innesto di giocatori che di anno in anno hanno saputo far crescere la squadra. Altra cosa fondamentale, è la consapevolezza  che il nostro gioco non si basa sulle concluisoni personali ma sulla coralità dove si deve riuscire a mettere in ritmo più giocatori possibili. Ultimo ma non per questo meno importante, il buon clima che si respira in spogliatoio che è fondamentale per affrontare con tranquillità ogni sfida

 

VALDAGNO – MALO – CREAZZO BY BEPPE ZAVAGNIN

27883_103659713014371_4226370_n(1)

RACCONTACI DI VALDAGNO:

Nessuna partita è mai semplice e scontata, visto che in campo di si deve sempre andare. Con Valdagno abbiamo faticato a trovare il nostro ritmo all’inizio, poi una volta partiti siamo andati abbastanza in tranquillità.

IL DERBY CON MALO?

A Malo siamo scesi consci che ci giocavamo un grosso pezzo del nostro futuro. Loro sono una buona squadra composta dal mix giusto di giovani e  veterani, sono partiti molto forte e noi siamo stati bravi a restare attaccati alla partita con le unghie e con i denti. Nel terzo quarto abbiamo finalmente aumentato l’intensità e con delle buone azioni corali siamo riusciti a dare lo strappo necessario a vincere la partita!! 2punti ottimi

CREAZZO?

Atra partita dall’esito tutt’altro che scontato, entrambe avevamo bisogno di punti, siamo partiti forte e poi abbiamo gestito bene tutta la gara senza rischiare troppo e senza cadere nelle provocazioni gratuite arrivate…

PRIMO ANNO A MARANO COME LO VALUTI??

Sicuramente in maniera positiva, come ogni nuova esperienza all’inizio ci sono delle incognite ma ho trovato un gruppo di ragazzi molto validi e sopratutto un clima di squadra molto positivo, siamo tutti giovani tranne me 🙂 ogni tanto rompo le scatole ai giovani… ma d’altronde i vecchi servono anche a questo no..?!

Isola – Quinto – Montorso by il Coach

foto (6)

1) Debacle a Isola

A isola arrivavamo discretamente preparati, invece è stato un massacro, niente di quello preparato in settimana ci è riuscito, loro andavano a velocità doppia e noi, io in primis a pensare più a dare colpe che non a trovare una soluzione MEA CULPA

2) Torna il sorriso con Quinto

Con quinto arrivavamo finalmente da una settimana a ranghi praticamente completi, siamo stati intensi per 40 minuti dominando l’incontro, una buona vittoria sopratutto a livello morale

3) Gran colpo a Montorso

Si, loro sono a mio parere la squadra più fisica del campionato, segnano con costanza dall’arco e sono ben allenati, noi abbiamo vinto mettendo in campo grinta e intensità, abbiamo potuto contare su due playmaker di lusso Sacardo e Poletto che hanno gestito in maniera chirurgica ogni possesso, avremmo dovuto chiuderla prima ma siamo stati poco freddi dalla lunetta.

4) Per i play off cosa serve?

Fondamentalmente non perdere più, abbiamo tutte le carte in regola per riuscirci, sperando che la sfortuna (tanti troppi infortuni) ci abbia abbandonato. Citando un ex giocatore della lavasplendor L’INTENSITA’ FA LA DIFFERENZA

NEVER GIVE UP 🙂

Angarano – Rooster – Argine by Locallo Nicola

foto 2 (1)

1) Tornati dalle feste buona vittoria ad Angarano

Nonostante la partenza contratta, anche a causa della difesa a zona dei locali, andiamo al riposo comunque in scia, nel secondo tempo, scrollata di dosso la ruggine delle vacanze abbiamo preso un buon vantaggio portando a casa 2 punti davvero nimportanti

2) Crollati con Rooster: quali colpe?

Loro sono una bella squadra, intensi e fisici, noi abbiamo pagato le scarse rotazioni nel reparto lunghi e la mancanza di cinismo del momento del vantaggio. Un problema è che nel momento in cui dobbiamo chiudere le partite ci adagiamo un pò troppo

3) Anche Argine passa a Marano

Purtroppo infortuni e malanni si stanno facendo sentire in maniera pesante, non ci alleniamo a ranghi completi, sono sconfitte che potrebbero pesare a fine anno, dobbiamo però essere consapevoli che dipende tutto da noi, possiamo vincere e perdere con tutti.

4) Nuova mini crisi, come uscirne?

Venerdì il derby con Schio, è un occasione per riacquistare entusiasmo per il proseguio dell’anno! Occorre stringere i denti e dare tutti il massimo in questo periodo difficile..

FORZA MARANO!!!

Trissino – Povolaro – Camisano By Luca Cavedon

foto 1 (1)

1) Trissino?

Partita strana, noi arrivavamo dalla convincente prestazione di Creazzo e loro dalla prima vittoria contro Valdagno, sembrava essere facile, ma per colpa del nostro atteggiamento, troppo sufficente, ci siamo ridotti a combattere punto a punto. Dovevamo chiudere prima la partita, per fortuna con tanta fatica l’abbiamo vinta.

2) A Povolaro squadra trasformata?

Non potevamo ripetere l’atteggiamento di trissino, siamo partiti forte da subito con ottime difese e una buona circolazione di palla in attacco, mantenendo poi questo ritmo per tutta la gara. Vittoria storica 🙂

3) Black out con Camisano?

Partita molto tosta, combattuta da entrambe le squadre, nessuna delle due riusciva a prendere il largo, tant’è che con una magia di Berto siamo andati al supplementare, li abbiamo commesso troppi errori in difesa e giocato poco di squadra in attacco, inevitabile la sconfitta.

4) Come valuti la tua stagione?

Valuto la mia stagione in maniera abbastanza positiva, siamo molto competitivi, la squadra è unita e sono fiero dei compagni con cui mi alleno e gioco. Siamo cresciuti molto in questi ultimi anni e quindi aumentano le responsabilità, sono sicuro che lotteremo fino alla fine per un posto nei play off… FORZA MARANO

 

Record!!

Ci racconta il trittico di partite Valdagno – Malo – Creazzo

la guardia Luca Berto

1) Finalmente un referto rosa in quel di Valdagno, che sia la svolta?

Diciamo che dopo 3 brutte sconfitte la trasferta di Valdagno ci ha aiutato a trovare la via del canestro. Il record di 101 punti segnati non può che contribuire ad aumentare il morale della squadra..

2) Malo arrivava in gran forma, come avete affrontato la partita?

Malo era una delle partite più importanti della stagione: dovevamo capire chi eravamo veramente e quali erano le nostre reali ambizioni. La vittoria, con un ottima prova difensiva, ci ha dato tanto morale e tanta consapevolezza in più. Quando l’attacco non gira sappiamo che possiamo sempre contare su una difesa che ci tiene agganciati alla partita!

3) Di Creazzo cosa ci puoi dire?

Creazzo rappresentava la continuità e forse una prova di cinismo. L’abbiamo superata, ammazzando la partita come mai eravamo riusciti a fare fin’ora. Dobbiamo continuare cosi, la strada intrapresa è quella giusta.

4)Venerdì arriva Trissino, come affronterete questa gara?

Trissino sulla carta sembra un avversario facile, ma quando si scende in campo senza grinta, senza cattiveria agonistica e senza voglia di sacrificarsi per i propri compagni tutte le gare possono diventare complicate. Non dobbiamo commettere questo errore e affrontare subito la gara con la grinta giusta! Purtroppo quest’anno con la nuova formula playoffs non si possono certo perdere punti per strada en bisogna limitare il più possibile le “partite no”

5)Tu sei uno dei “NUOVI” come ti trovi nella lavasplendor 14/15?

Relativamente nuovo,  conoscevo già la maggior parte dei ragazzi e molti erano già stati miei compagni di squadra in annate precedenti. Devo dire sicuramente che ho trovato un gruppo unito e che ha voglia di lottareinsieme per raggiungere grandi obiettivi! Ognuno sta portando il suo tassello all’interno della squadra e questa è una cosa molto positiva! A tal proposito volevo fare un in bocca al lupo al nostro compagno Frizzi per il completo recupreo dal suo infortunio e dirgli che lo aspettiamo in campo, più belva di prima!!

Basta con il giallo!!!

Ci racconta le ultime sconfitte Davide Pasquale

foto (3)

1) Raccontaci la sconfitta di Quinto

Non ci sono molte parole da spendere su questa partita, sembrava una gara a sbagliare più che una gara per segnare! Maggior concentrazione e precisione ci avrebbero consentito di portare a casa la vittoria!!

2) Il Black out di montorso a cosa è dovuto?

La partita sembrava una fotocopia di quinto, a mio parere buona la difesa perchè tenere a 44 uno dei migliori attacchi del campionato non è male anzi! Nello specifico oltre a non buttarla dentro è mancato il gioco di squadra, a tratti forse alcuni individualismi hanno diminuito il feeling tra i giocatori portando a nervosismo. Le partite si vincono e si perdono insieme giocatori e staff.

3) Cosa serve per riprendersi?

A mio parere mancano ancora alcuni automatismi individuali, l’abitudine a essere sotto pressione e segnare con il difensore davanti. Anche qualche rimprovero  in più non può che farci bene, sicuramente coach michael saprà come farci uscire da questa mini crisi.

4) Valdagno, cosa ti aspetti?

La prima cosa a cui penso è “finalmente una semplice” Attenzione non “facile” ma mentalmente più semplice rispetto ad altre. Mi aspetto di ritrovare la via del canestro facile, e di ritrovare il feeling del gioco di squadra, ho molta fiducia che la squadra farà un ottima partita!!

Prima sconfitta..

Marano – Isola  56-58 (15-16 / 15-20 / 12-05 / 14-17)

Marano: Poletto 1, Demarchi 10, Cavedon L. 5, Castello 8, Locallo ne, Pasquale 3, Zane 11, Sacardo 12, Berto 2, Zavagnin 2, Cavedon D, Fabrello 2, All. Magagnoli

foto (2)

CI RACCONTA LA SFIDA DAVIDE CAVEDON

Posso dire che ci siamo gasati (termine più appropriato) dopo due vittorie su campi difficili, e abbiamo calato l’intensità durante le sedute settimanali ne deriva che il rendimento della squadra è decisamente calato..

PRIMA SCONFITTA, COSA NON HA FUNZIONATO?

Sapevamo che isola puntava tanto sulle individualità di Reese e Ferretto, nonostante ciò abbiamo avuto serie difficoltà nel limitarli, e nella pallacanestro un buon attacco dipende da una buona difesa. Inoltre presi dalla foga di recuperare abbiamo smesso di passarci il pallone cercando troppo spesso la soluzione personale.

COME TI ASPETTAVI L’IMPATTO  CON IL CAMPIONATO SENIOR?

Ero a conoscenza che ci fosse molta più fisicità e tattica rispetto all’U19 dove giocavamo di letture e 1c1 infatti all’inizio ero molto spaesato. Ma con gli allenamenti sto pian piano mi sto integrando in questo sistema, infine sono rimasto colpito dalla strategia tattica studiata in allenamento per asffrontare al meglio la partita!

LA TRASFERTA DI QUINTO, COSA PUOI DIRCI?

Ci aspetta una partita fondamentale, e per rendere meno pesante la sconfitta con isola sarà fondamentale portare a casa i due punti. Sappiamo che è una squadra ostica, bisognerà stare concentrati e sfruttare al massimo ogni occasione.

#Dajee

2°Turno: espugnato il Don Bosco

SCHIO – MARANO 48 – 53 (8-16 / 22-26 / 39-36 / 48-53)

Marano: Zambon (Cap) 2, Brusaterra, Poletto 8, Demarchi ne, Castello 14, Zane 13, Sacardo 2, Berto, Cavedon L., Pasquale 9, Cavedon D., Fabrello 5

foto (1)

CI RACCONTA LA SFIDA LUCA CAVEDON

Come ogni derby che si rispetti ha vinto la tensione al bel gioco. Campo ostico dove da molti anni non portavamo a casa punti, nonostante queste avversità siamo riusciti a limitare la forte Schio fin da subito, caricando di falli i loro giocatori principali e costruendo buone soluzioni d’attacco. Ciò ha permesso di mettere la testa avanti da subito e di gestire la partita al meglio. Due punti d’oro per classifica e morale.

COSA E’ ANDATO BENE E COSA INVECE E’ ANDATO MALE?

Sul piano mentale e di coesione del gruppo la squadra sta rispondendo molto bene sia in allenamento che in partita, da migliorare c’è sicuramente molto ancora… siamo ad ottobre e gli ingranaggi vanno oliati visto che quasi per metà la squadra è nuova. Ma visti i primi impegni ufficiali c’è da sperar bene!!

COSA TI HA PIU’ COLPITO DELLA SQUADRA VERSIONE 14/15?

MI ha molto colpito l’entusiasmo che si è creato all’intero del gruppo. Molti di noi sono arrivati quest’anno ma sono stati bravi ad inserirsi da subito al meglio! anche i giovani stanno dando un grosso apporto, forse insperato visto lo scotto che normalmente si paga nei campionati senior.

PROSSIMA PARTITA, ARRIVA ISOLA, COSA VI ASPETTATE?

Isola l’abbiamo affrontata nel pre-campionato, è una squadra molto giovane ma ha qualche elemento tecnico in grado di mettere in difficoltà chiunque. Dovremo giocare con pazienza e cercare di sfruttare la nostra maggior esperienza, cercando di vendicare lo 0-4 degli ultimi due anni. E’ l’esordio casalingo e se vogliamo che il presidente offra le pizze non possiamo permetterci di perdere questi due punti…

FORZA RAGAZZI!!!!!!

#carichiamolla #paulmvp

1° Turno di campionato promozione

PROMOZIONE MASCHILE
ARGINE – MARANO 47-58 (10-14/15-16/13-17/9-11)

MARANO: Brusaterra 3, Poletto 5, Demarchi 2, Cavedon 5, Castello 7, Pasquale 8, Zane 15, Saccardo 6, Berto 2, Zavagnin 5, Cavedon, Fabrello,

foto

 

Ci racconta la sfida il playmaker Davide Poletto:

Campo difficile, noi ancora in fase di rodaggio, perciò penso che siano due punti davvero fondamentali sia per la classifica che per il nostro morale!

Quali difficoltà avete trovato sul campo?

La maggior difficoltà è stata l’empatia tattica tra di noi, aggiunta alla forte pressione fatta dalla squadra vicentina

Cosa pensi della nuova stagione in Primultini?

Spero sia una stagione ricca di soddisfazioni, siamo un gruppo con talento e grinta, ottimi presupposti per fare un ottima stagione anche meglio di quella passata.

Riguardo a Schio vostro prossimo avversario?

Un bel derby,sentito da ambo le parti, Schio è una squadra più completa ed esperta rispetto a noi, sarà quindi fondamentale limare al minimo gli errori e giocare 40 minuti di carattere.

FORZA BELVE…